Logo
I serpenti di mare della Nuova Scozia
19 Set 2018

I serpenti di mare della Nuova Scozia

Post by Administrator

I racconti dei pescatori della Nuova Scozia, in Canada, narrano di avvistamenti e di incontri ravvicinati con strane creature marine conosciute come “serpenti di mare”, spaventosi mostri marini dalla lunghezza di oltre trenta metri che in diverse occasioni non hanno mancato di attaccare le barche dei malcapitati pescatori.

Serpenti di Mare

Serpente di Mare

Per almeno un secolo e mezzo gli abitanti della Nuova Scozia, all’estremità della costa orientale del Canada, hanno incontrato in mare creature molto strane e molto grandi. Uno dei primi incontri di cui si abbia notizia avvenne nel 1845, quando i pescatori John Bockner e James Wilson videro nella Baia di St. Margaret un “serpente” lungo più di trenta metri. Lo riferirono al reverendo John Ambrose, che non molto tempo dopo si imbatté a sua volta nel mostro.

Nel 1855 agli abitanti di Green Harbour si rizzarono i capelli quando videro “un impressionante lunghezza di terrore serpeggiante” inseguire barche locali, con evidenti intenzioni ostili. I pescatori si affrettarono disperatamente verso riva, dove i loro familiari assistevano impotenti alla scena. Un testimone oculare così descrisse la creatura su un numero della rivista americana Ballou’s: “Vicino a quella che poteva essere la testa sporgeva una gobba o una cresta coperta di una massa ondeggiante di lungo pelo simile a una criniera, mentre dietro, per dodici o quindici metri, si muovevano lentamente le spire del suo immenso corpo serpentino. Il movimento era a curve verticali, e le contorsioni del dorso si sollevavano e si abbassavano alternativamente dalla testa alla coda, lasciando una scia, come quella dell’elica di un piroscafo, sulla superficie vitrea del mare“.

Quando la creatura si avvicinò maggiormente alla spiaggia, gli osservatori poterono sentire che emetteva un rumore simile a quello di una caldaia in ebollizione. Ora potevano vedere il bagliore di denti acuminati, arcate sporgenti su occhi maligni, scaglie blu scuro sulla testa e sul dorso, e di colore giallo sporco sul ventre. La testa, a quanto poterono vedere, era lunga circa due metri.

Il mostro alla fine rinunciò all’inseguimento e gli esausti pescatori raggiunsero incolumi la riva. Ma esso fu visto di nuovo da tre uomini in barca il giorno seguente. Essi si allontanarono remando più alla svelta che poterono, e non furono inseguiti.

Nel 1883, tre militari che stavano pescando nella baia di Mahone videro con spavento qualcosa che sembrava un’enorme versione di un “comune serpente” con una testa lunga un paio di metri che sporgeva fuori dall’acqua. La creatura si muoveva rapidamente, aveva il collo grosso come un tronco d’albero ed era marrone scuro con strisce bianche irregolari. I testimoni oculari, anche se non riuscirono a vedere il suo corpo interamente, concordarono nell’assicurare che doveva essere lungo almeno una trentina di metri.

Nel 1894 un certo Barry osservò un animale di questo tipo mentre si stava “rilassando” su un molo nella cittadina costiera di Arisaig. Il mostro, lungo una ventina di metri, si spostava con un movimento “ondeggiante”. Era visibile anche una coda, “vagamente simile a quella di uno sgombro“.

Gli avvistamenti di questi giganteschi “serpenti di mare” sono continuati anche nel XX secolo. Il 5 luglio del 1976, Eisner Penny, di Cape Sable Island, vide qualcosa di enorme sotto la superficie del mare e ne parlò a degli amici. Essi si burlarono di lui, ma pochi giorni dopo lo vide anche uno di loro, Keith Ross, insieme con suo figlio Rodney. “Aveva gli occhi grandi come piatti e di un rosso acceso. Sembravano iniettati di sangue. Aveva la bocca spalancata, e dalla mascella superiore sporgevano due grandi zanne. È passato accanto alla poppa della nostra barca e noi potevamo vedere il suo corpo, che sarà stato lungo dieci o quattordici metri, ricoperto da una pelle grigiastra di serpente tutta piena di bozzi e protuberanze. Ci è sembrato che avesse una coda da pesce, una coda verticale, non una coda orizzontale come quella di una balena“.

Ross avviò a tutta velocità il motore della barca e ben presto la bestia si perse nella nebbia. Egli individuò col radar di bordo un’altra imbarcazione e si diresse da quella parte. Per ironia del caso, su quella barca c’era Eisner Penny. Proprio mentre Ross gli stava raccontando quanto aveva appena visto, sentirono la bestia che passava a breve distanza da loro. Il mostro fu visto di nuovo qualche giorno dopo dal pescatore Edgar Nickerson.

Nessuno ha idea di che cosa siano esattamente i “serpenti di mare”, anche se incontri con creature marine di questo tipo sono stati segnalati in tutto il mondo. Intorno al 1800 furono perfino oggetto di un’accesa controversia tra gli zoologi. Qualsiasi cosa siano i serpenti di mare della Nuova Scozia, non dovrebbero esserci dubbi che non si tratti di serpenti, neppure di dimensioni mostruose: i serpenti non possono ondeggiare verticalmente e neppure hanno pinne caudali.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0
Tags: ,