Logo
Il bacio della morte di Florence Newton
11 Gen 2017

Il bacio della morte di Florence Newton

Post by Administrator

Nel 1661, in Irlanda si tenne un memorabile processo per stregoneria che vide imputata Florence Newton, un’anziana signora dedita alle arti magiche. La presunta strega venne accusata da una giovane cameriera di nome Mary Longdon di averle provocato atroci sofferenze ricorrendo a pratiche di magia nera.

Rogo Florence Newton

Florence Newton

Uno dei più singolari processi svoltisi in Irlanda fu quello celebrato nel 1661, quando la giovane cameriera Mary Longdon accusò la vecchia Florence Newton di averla stregata. La Longdon raccontò di aver rifiutato di dare del cibo, destinato al suo padrone, alla Newton, che se ne andò brontolando. Una settimana dopo, la vecchia baciò la ragazza, dicendole che non le serbava rancore. Poco tempo dopo, Mary Longdon, al risveglio, vide presso il suo letto la Newton con un vecchietto vestito di seta, che intuì essere uno spirito maligno. Questi le disse che se si fosse attenuta ai suoi consigli avrebbe ottenuto tutto ciò che desiderava ma ella rispose che preferiva affidarsi al buon Dio.

Da allora, la ragazza cominciò a soffrire di crisi violente, durante le quali vomitava aghi, chiodi, paglia e altre sostanze, e “vedeva” la Newton che le infilzava spilli nelle braccia. Spesso veniva colpita da una gragnola di sassi apparsi dal nulla che sparivano quando toccavano il terreno. Una volta la Newton la fece persino levitare fino al tetto.

Davanti al tribunale di Cork fu chiesto a Florence Newton di recitare il Padre Nostro, una preghiera che, secondo la tradizione, le streghe non riuscivano a pronunciare per intero. I sospetti del tribunale furono confermati quando la donna tralasciò le parole “e rimetti a noi i nostri debiti“. I suoi carcerieri giurarono di aver udito rumori spettrali provenire dalla sua cella ed ella confessò che erano prodotti dal demone che veniva a visitarla sotto forma di levriero. Ammise anche di aver gettato il malocchio sulla Longdon, ma negò di essere una strega.

Mentre Mary Longdon sembrò guarita dalle sue crisi, non altrettanto fortunato fu il carceriere David Jones, che tentò, invano, di insegnare il Padre Nostro alla Newton. La vecchia, pur asserendo di recitarlo perfettamente, di nuovo omise “e rimetti a noi i nostri debiti“. Il buon Jones glielo fece notare e insistette perché ritentasse. In apparente segno di gratitudine, Florence gli baciò la mano, ma subito egli provò dolori lancinanti al braccio. Per due settimane giacque moribondo, spegnendosi lentamente e lamentandosi che lo spirito della Newton lo tormentava. I suoi familiari erano convinti che la donna avesse usato i suoi poteri soprannaturali per ucciderlo. I documenti rimasti non dicono come si concluse il processo, ma è certo che Florence Newton fu giustiziata.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0
Tags: , , , ,