Logo
Gli spettri di Hampton Court
17 Set 2018

Gli spettri di Hampton Court

Post by Administrator

Hampton Court è una delle dimore storiche inglesi che può vantare il maggior numero di apparizioni di fantasmi. Il palazzo, costruito nel 1515, venne adibito dal re Enrico VIII come residenza per le sue mogli. Sono proprio gli spettri di queste ultime a comparire con maggiore frequenza per i corridoi di Hampton Court. 

Caterina Howard

Caterina Howard

Poche dimore reali inglesi sono più ricche di spettri di Hampton Court, lo splendido palazzo costruito dal cardinale Wolsey nel 1515 e da lui donato a Enrico VIII nel vano tentativo di riconquistarne il favore. Lo spettro del deluso Wolsey fu visto la prima volta nel 1696 e, da allora, altre due volte. Delle cinque mogli di Enrico VIII che qui abitarono, due sono apparse con maggior frequenza delle altre.

La quinta moglie, Caterina Howard, fu una sciagurata pedina in un gioco di potere tra la fazione cattolica e quella protestante della corte. Nel 1540, all’età di 19 anni, sposò il re: un matrimonio tramato dalla sua famiglia cattolica; ma i protestanti l’accusarono di immoralità e il 13 febbraio 1542 fu decapitata. Si dice che il suo spettro percorra gridando la cosiddetta Haunted Gallery (Galleria degli Spiriti) proprio come quando, nel novembre 1541, era stata arrestata e, sfuggendo ai suoi aguzzini, era passata lungo il corridoio, supplicando a gran voce il re di graziarla.

Nel 1918 la Haunted Gallery fu ripulita e per un po’ lo spettro di Caterina scomparve, ma in seguito un pittore vide ripetutamente una mano inanellata davanti a un arazzo al quale stava lavorando. L’anello è stato identificato come appartenente a Caterina. Una persona che abitava nel palazzo, a quel tempo, riferì all’investigatore Andrew Green di aver visto talmente spesso la figura urlante da considerarlo un fatto normale.

Anche lo spettro di Jane Seymour, terza moglie di Enrico VIII, è stato visto vagare. In questo caso è senza dubbio più difficile spiegare perché non riposi in pace, dal momento che il re era sinceramente innamorato di lei e fu dolorosamente colpito dalla sua morte, avvenuta nel 1537, subito dopo aver dato alla luce il suo unico figlio, il futuro re Edoardo VI. Per il suffragio della sua anima si dice che furono celebrate ben 1.200 messe.

Fra gli spettri non di sangue reale, c’è Sibell Penn, nutrice di Edoardo VI, morta nel 1562 e sepolta nella vicina chiesa di St Mary. Nel 1829 la sua tomba fu profanata e poco tempo dopo gli abitanti del palazzo cominciarono a udire una voce di donna che borbottava e il caratteristico rumore di un arcolaio. Fu allora che si scoprì una stanza dimenticata, in cui si trovava proprio un antico arcolaio.

Una notte di febbraio del 1907, un poliziotto di ronda vide nel viale nelle vicinanze del palazzo un gruppo di persone in abito da sera. L’unico rumore che si udiva era il fruscio dei vestiti delle signore. Il gruppo percorse pochi metri, poi all’improvviso svanì. Lo straordinario avvenimento non è mai stato spiegato.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0
Tags: , , ,