Logo
La banshee della famiglia Rossmore
30 Ott 2019

La banshee della famiglia Rossmore

Post by Administrator

Nelle antiche tradizioni e nel folclore dei popoli del nord Europa, soprattutto quelli del Regno Unito, ritorna spesso la figura delle banshee ovvero di spettri, generalmente riconducibili a figure femminili, che fungono da guardiani di famiglie nobili ed aristocratiche. Le leggende narrano che all’approssimarsi della morte di uno dei componenti la famiglia, la banshee ne annunci il trapasso strillando, piangendo ed emettendo terribili gemiti di dolore.

Banshee Rossmore

Banshee

Nei popoli gaelici, le banshee (spiriti guardiani femminili) sono conosciute da secoli. Una banshee si lega a una persona o ad una famiglia, custodisce i suoi protetti in vita e ne annuncia la morte imminente strillando, piangendo e gemendo. È quanto fece la banshee dei Rossmore, nella contea di Monaghan in Irlanda.

Il suo terribile grido fu udito per la prima volta nel 1801, quando il generale Robert Cunningham, primo barone di Rossmore, stava morendo. Il sesto barone William Rossmore, descrive la prima manifestazione della banshee così come viene tramandata in famiglia da diverse generazioni: “Robert Rossmore era in grande amicizia con sir Jonah e Lady Barrington; essendosi incontrati in un salotto di Dublino, Rossmore convinse i Barrington a venirlo a trovare il giorno dopo a Mount Kennedy, dove allora abitava. Stanchi, gli ospiti si coricarono anzitempo e dormirono profondamente fino alle due, quando sir Jonah fu svegliato da un urlo selvaggio. Svegliò immediatamente sua moglie ed entrambi si alzarono spaventati e aprirono la finestra che si affacciava sul prato sottostante. Era una notte di luna piena e gli oggetti intorno alla casa erano facilmente discernibili ma non c’era nulla di insolito nella direzione dalla quale proveniva quel suono innaturale. Lady Barrington, oltremodo turbata, chiamò la sua cameriera, che si rifiutò di ascoltare o di vedere, e fuggì terrorizzata verso gli alloggi della servitù.

Il suono agghiacciante continuò per circa mezz’ora, poi cessò bruscamente. Improvvisamente echeggiò un grido sovrumano: “Rossmore, Rossmore, Rossmore”, e poi tutto tornò nel silenzio. I Barrington si guardarono l’un l’altro sconcertati e furono tanto più costernati in quanto conoscevano il probabile significato di quel grido. Decisero tuttavia di non farne parole a Mount Kennedy e tornarono a letto nella speranza di riprendere il sonno interrotto. Non fu per molto, perché, alle sette del mattino, furono svegliati da un bussare insistente alla porta e Lawyer, il domestico di Jonah, entrò in camera con il volto sbiancato dal terrore. “Che succede?” chiese Sir Jonah “è morto qualcuno?”. “Oh signore, il domestico di Lord Rossmore è appena venuto in gran fretta e mi ha detto che il suo signore, dopo aver lasciato il castello, era andato a letto in perfetta salute. Ma circa alle due e mezzo, il suo servitore sentendo un rumore nella camera del padrone si era recato da lui e lo aveva trovato agonizzante. Prima ancora che potesse avvertire la servitù, il suo padrone era già morto“.

Il grido “Rossmore, Rossmore, Rossmore” della banshee annunciò da allora in poi la morte di ogni Rossmore, compresa anche quella del sesto barone, che morì nel 1958.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0
Tags: , , , , ,