Logo
L’esperimento di Wiertz e la vita oltre la morte
10 Gen 2017

L’esperimento di Wiertz e la vita oltre la morte

Post by Administrator

Nel 1865, il pittore belga Antoine Joseph Wiertz decise di ideare un esperimento che gli permettesse di capire e di provare cosa accade alla mente umana nel momento del trapasso. Grazie all’aiuto di un ipnotizzatore che lo indusse in stato di trance riuscì a percepire le sensazioni provate da un uomo condannato alla ghigliottina.

Antoine Joseph Wiertz

Antoine Joseph Wiertz

Il pittore belga Antoine Joseph Wiertz era affascinato dalla morte, come è semplice intuire osservando i suoi quadri. Nel 1865 escogitò un esperimento per scoprire che cosa accade alla mente nel momento del decesso. Con due amici e un ipnotizzatore si nascose sotto il palco della ghigliottina durante un’esecuzione, facendosi ipnotizzare e chiedendo di identificarsi con la mente del condannato.

Durante gli ultimi preparativi per l’esecuzione, Wiertz cominciò a essere angosciato e pregò di essere liberato dallo stato di trance, ma era troppo tardi: la lama piombò giù. L’ipnotizzatore lo incalzò a descrivere le proprie sensazioni. Dimenandosi convulsamente, egli disse che la testa staccata poteva ancora pensare e avere sensazioni, ma non comprendeva che cosa fosse successo.

Wiertz continuò ad agitarsi, poi si calmò e riprese a riferire le impressioni del decapitato. Ora, diceva, la terra sembrava recedere. Egli avvertì che se ne staccava e la pace lo avvolgeva. Agognava l’oblio. Mentre il medico constatava che la testa non dava più segni di vita, i suoi ultimi pensieri furono: “Che bel sonno mi farò. Che gioia“.

Può davvero il cervello continuare a funzionare dopo una decapitazione? Testimoni dell’esecuzione di Maria Stuarda, l’8 febbraio 1587, giurarono che le sue labbra continuarono a muoversi in preghiera per 15 minuti dopo la decapitazione. Ma è probabile che la leggenda si debba alla tensione emotiva dell’occasione.

Secondo le attuali conoscenze della medicina, anche se un certo livello di coscienza può persistere per pochi secondi, esso non può perdurare una volta che le cellule cerebrali siano private dell’ossigeno. I risultati dell’esperimento di Wiertz furono un parto fantastico della mente oppure dimostrarono l’esistenza della vita oltre la morte?

Share and Enjoy !

0Shares
0 0
Tags: ,