Resti di una nave spaziale precipitata

25 settembre 2018

Civiltà Aliene

Le affermazioni rilasciate dal medico americano Robert Sarbacher, che lavorò durante la II Guerra Mondiale per il governo degli Stati Uniti in qualità di esperto di missili teleguidati, sono sconcertanti. Egli sosteneva che gli USA erano in possesso dei resti di una nave spaziale precipitata e dei cadaveri dell’equipaggio alieno.

Dottor Robert Sarbacher - Nave Spaziale Precipitata

Dr Robert Sarbacher

Robert Sarbacher, un medico americano morto nel luglio del 1986, sosteneva di essere a conoscenza di un segreto che è “l’argomento più riservato per il governo degli Stati Uniti, più gelosamente custodito della stessa bomba H“, come egli comunicò ad un gruppo di scienziati canadesi che si incontrarono con lui nel suo ufficio presso il Ministero della Difesa il 15 settembre 1950.

Che cos’era questo straordinario segreto? Era che il governo degli Stati Uniti possiede i resti di una nave spaziale precipitata e i cadaveri dell’equipaggio alieno. Il dottor Sarbacher disse agli scienziati che la questione era allo studio di un gruppo super segreto guidato dal dottor Bannevar Bush, che era il principale consigliere del presidente Truman.

Sarbacher era un tipo d’uomo alquanto attendibile con una fortunatissima carriera nel campo accademico e in quello degli affari. Durante la seconda guerra mondiale, offrì volontariamente e gratuitamente i suoi servigi al governo e si specializzò in questioni riguardanti il controllo dei missili teleguidati. I canadesi, che si incontrarono regolarmente con Sarbacher per discutere temi di mutuo interesse per i servizi nazionali di sicurezza dei due paesi, avevano chiesto al loro collega americano se c’era qualcosa di vero nelle voci insistenti di questo genere di prova diretta e fisica della realtà degli UFO. Sarbacher confermò che la prova di una nave spaziale precipitata esisteva, ma che non avrebbe fornito ulteriori particolari per l’estrema delicatezza dell’argomento.

Uno dei canadesi, il tecnico di telecomunicazioni W. B. Smith, rimase così colpito che al suo ritorno a Ottawa sollecitò il proprio governo a dare inizio a un suo programma di ricerche sugli UFO. Poco dopo questo programma, col nome in codice di Magnet, fu varato, sotto la direzione di Smith. Ma egli non fu in grado di saperne di più circa i presunti segreti americani in materia.

Nel 1983 William Steinman, nel corso di un’indagine sugli UFO, rintracciò Sarbacher, che risiedeva in Florida, e gli chiese di parlargli di quanto aveva rivelato agli scienziati canadesi in merito alla nave spaziale precipitata. Sarbacher rispose che, benché non fosse stato coinvolto di persona nel progetto per la cattura di un UFO, sapeva che “determinati materiali, che si afferma provengano da dischi volanti precipitati, erano estremamente leggeri e di elevata durezza“. Secondo certe indicazioni, anche gli strumenti e le persone che manovravano queste macchine erano leggerissimi, in misura sufficiente a permettergli di resistere alle tremende decelerazioni e accelerazioni proprie di questi velivoli. “Parlando con alcuni addetti ai lavori ho avuto l’impressione che questi alieni fossero fatti come certi insetti che abbiamo osservato sulla Terra“.

In una successiva intervista concessa a un altro ricercatore, Sarbacher precisò che si pensava che il veicolo provenisse da un altro sistema solare. Riferì che una volta era stato invitato a una conferenza presso la base dell’aeronautica Wright-Patterson di Dayton, nell’Ohio, dove scienziati e ufficiali dell’esercito avrebbero dovuto comunicare quanto avevano appreso dalle loro analisi del materiale e dei cadaveri. Purtroppo, preso da altri pressanti impegni, Sarbacher non poté partecipare, anche se più tardi parlò con alcuni degli intervenuti. Le persone con cui parlò rimasero colpite dalla sua evidente sincerità e dal suo coerente rifiuto di abbellire o elaborare i fatti accaduti. La sua testimonianza può rappresentare un raro sguardo oltre la cortina di segretezza che copre la conoscenza da parte degli Stati Uniti della vera natura degli UFO.

,