I sogni e le premonizioni di Chris Sizemore

20 Nov 2018

Sogni

Molti soggetti che soffrono di personalità multiple riferiscono di aver sperimentato nel corso della loro vita esperienze di chiaroveggenza o sogni premonitori. Famoso, al punto da trarne un romanzo ed un film, è il caso di Chris Sizemore che per tutto l’arco della vita ebbe diverse premonizioni relative ai membri della sua famiglia.

Chris Sizemore Premonizioni

Chris Sizemore

Le persone che soffrono di personalità multipla hanno parecchi problemi. Ma, come Chris Sizemore, la protagonista reale del romanzo “Le tre facce di Eva“, molti soggetti dissociati riferiscono di essere stati ossessionati da immagini e sogni fuori dal normale. Chris Sizemore sostiene di aver avuto la sua più vivida esperienza paranormale da bambina, quando sua sorella era malata di polmonite.

La Sizemore allora descrisse uno strano sogno: essa si vide che scendeva di corsa da una verde collina fino ad un prato. Quando si voltò per risalire il pendio, Gesù le apparve e le disse: “Bambina mia, tua sorella ha la difterite, non la polmonite. Va a dirlo alla tua mamma“. Quando Chris lo disse ai suoi genitori, essi rimasero scettici, ma alla fine chiamarono il loro dottore. Egli fece una breve visita alla ragazza e poi emise la diagnosi: difterite. Il sogno della Sizemore aveva probabilmente salvato la vita di sua sorella.

Nel periodo in cui avvenne questa esperienza, Chris Sizemore stava già soffrendo della presenza dentro di lei di personalità in conflitto fra loro. Non fu mai guarita dagli psichiatri, anche se sia il libro, sia i film tratti dal suo caso, hanno un lieto fine. Essa attraversò degli anni in cui la sua personalità continuava a cambiare, e per un periodo della sua vita tormentata abitò a Roanoke, in Virginia, dove ebbe ripetute esperienze paranormali.

Questi episodi consistevano in genere in premonizioni e invariabilmente riguardavano membri della sua famiglia. Una volta, per esempio, ebbe una visione in cui suo marito moriva per una scarica elettrica. Lo supplicò di non andare a lavoro quel giorno; l’uomo che lo sostituì fu mandato a riparare delle linee elettriche e rimase fulminato. Più tardi, si sentì impaurita quando sua figlia stava per ricevere il vaccino Salk contro la poliomelite. Suo marito si rifiutò di prendere sul serio la premonizione; alla bambina fu poi iniettato un vaccino avariato e in seguito a ciò si ammalò tanto gravemente da rischiare di morire.

, , , ,